Si è concluso Il Natale Più: il successo di un evento diventato grande

12 gennaio 2018 // di // Comments

Fano (PU) – Oltre 100 eventi, di cui 3 grandi appuntamenti che hanno attirato migliaia di persone. Illuminazione innovativa e di design, musica, cultura, spettacoli e tanto altro. Quello che si è appena concluso è stato il Natale Più dei grandi numeri, un evento che in soli 3 anni è cresciuto in maniera esponenziale grazie soprattutto ad un semplice elemento: la condivisione.

La grande collaborazione che si è instaurata tra l’amministrazione comunale, la Regione, la Proloco, le associazioni di categoria, i commercianti del centro e le tantissime associazioni del territorio quest’anno, ha portato ad un risultato davvero positivo. A partire dall’aspetto strutturale dell’organizzazione degli eventi natalizi, realizzata grazie alla collaborazione tra gli elementi sopracitati, con l’aggiunta di grandi professionisti come Ultrasound Eventi, artefice dell’inaugurazione del Natale e della Festa della Befana in Piazza che, mai come quest’anno, ha attirato tanto pubblico. Come la giornalista Rai, Cristina Tassinari che, assieme a Comune, Proloco e Associazioni, ha realizzato un evento di Capodanno come non se ne vedevano da tempo nella città della Fortuna. Come l’architetto Stefano Seri e l’artista Paolo del Signore i quali hanno realizzato un’illuminazione innovativa e apprezzata dalla maggior parte della gente, che ha valorizzato anche il lato esterno del centro con le grandi Stelle Cometa posizionate agli ingressi della città.

“Il brand del Natale – sottolineano dal consiglio Regionale delle Marche – è sempre più importante per cercare di destagionalizzare i flussi turistici e riuscire a fare diventare una località prettamente balneare, meta ambita anche durante le festività natalizie. La Regione ha creduto da subito in questo progetto, tanto che quest’anno è riuscita a dare il proprio supporto anche con un contributo economico importante”.

“La soddisfazione è grandissima – commentano dall’amministrazione comunale -, data da un programma condiviso che è stato in grado di far emergere Fano e dargli anche una visibilità nazionale. Alberghi pieni, centro storico con una vivacità importante, questa è di certo la strada da perseguire per rendere la nostra città sempre più appetibile anche sotto le festività natalizie”.

Oltre all’aspetto strutturale, anche i contenuti hanno fatto un salto di qualità per l’edizione appena conclusa del programma natalizio. I 100 eventi che si sono susseguiti, durante le 4 settimane di festività, hanno toccato svariati argomenti, a partire dalla cultura, per poi passare allo spettacolo, alle tradizioni e al divertimento e spensieratezza. Nota speciale ai 3 macro eventi che hanno portato in centro storico svariate migliaia di persone come l’accensione dell’albero, il Capodanno e la festa della Befana in Piazza, momenti che hanno fatto registrare il boom di presenze e che han saputo far parlare di Fano in tutto lo stivale

“Numeri importanti anche per il commercio – spiegano da Confcommercio –, il progetto del Natale Più ha dato i suoi risultati anche da questo punto di vista, soprattutto durante gli eventi più importanti”. “Non ho mai visto così tanta gente a Fano come quest’anno – ha aggiunto la guida turistica abilitata, Manuela Palmucci -, confrontandomi anche con altre colleghe di città limitrofe, mi hanno confermato di aver avuto tanti gruppi interessati a Fano, soprattutto al Presepe di San Marco e al centro storico”. Natale Più che è stato positivo anche per le strutture ricettive come conferma Luciano Cecchini dell’associazione degli albergatori che ha affermato: “Soprattutto nella seconda parte delle festività, gli alberghi sono erano tutti pieni”.

Anche la comunicazione audiovisiva ha fatto un salto di qualità con la realizzazione e la condivisione tramite i social network di video realizzati in maniera originale e professionale, per non parlare dell’attenzione dei media nazionali, come “Uno Mattina” e “Panorama” e regionali come il Tgr, che hanno dedicato servizi dettagliati sugli eventi natalizi con un’attenzione particolare al Presepe di San Marco. “Abbiamo raggiunto un grande risultato, spiega Don Marco Polverari, curatore della grande opera religiosa -, fino al 7 gennaio, il Presepe è stato visitato da ben 10.035 persone, con una media a Natale, Santo Stefano e Capodanno di quasi 1000 persone al giorno. Presenze non solo dalla provincia ma anche da Bari, Bologna, Cagliari, Monza e persino dalla Spagna, Francia, Russia e Ucraina”.

“Il risultato che abbiamo ottenuto quest’anno non è opera di una sola realtà – ha concluso il presidente della Proloco di Fano, Etienn Lucarelli – bensì di un progetto condiviso. Una volontà importante da parte dell’amministrazione, che ha creduto in questo progetto per 3 anni di fila, ma anche un grande merito della Confcommercio e Confesercenti che hanno spinto le iniziative in maniera importante. Una menzione particolare va al Comitato Centro, fatto di commercianti che si sono spesi in prima persona, economicamente e fisicamente, per organizzare, abbellire angoli della città e partecipare a tutte le iniziative. Un ringraziamento va anche al progetto provinciale Il Natale che non ti aspetti, coordinato dall’Unpli di Pesaro e Urbino, il quale ha fatto da cassa di risonanza per attirare l’attenzione su tutto il territorio. Come non citare inoltre la Regione che quest’anno ha deciso di investire economicamente sul Natale contribuendo ad ottenere un risultato davvero importante. Ovviamente ancora dei limiti ci sono, ma secondo me serve veramente poco per regalare alla città un Natale perfetto. È importate avere l’intelligenza di continuare a credere in questo progetto, di investirci e lavorarci costantemente. Se riusciremo a rispettare queste 3 semplici regole, sono sicuro che arriveremo molto lontano”.

Il progetto Natale 2018 inizierà da subito, infatti, oltre ad un video rappresentativo per il periodo Natalizio, realizzato con la collaborazione del videomaker fanese Massimo Radi, verrà realizzato anche un piccolo opuscolo promozionale con le date 2018 e con gli eventi più importanti del Natale fanese: strumenti che verranno utilizzati per promuovere nelle opportune sedi anche questo particolare ed importante periodo dell’anno. “Anche per queste cose passa la crescita di un evento, infatti fino ad oggi per questo particolare periodo dell’anno, non erano mai stati prodotti strumenti promozionali”.