Sponde e rampe da sistemare, il Canale Albani resta “asciutto” un altro mese

15 Febbraio 2019 // di // Comments

Fano (PU) – Il Comune di Fano ed ENEL Green Power comunicano che a seguito della messa in asciutta del canale Albani, al fine di realizzare manutenzioni e interventi di pulizia, sono emerse alcune situazioni di degrado dei materiali e delle strutture di contenimento delle sponde in terra in un segmento cittadino della parte terminale del canale, in corrispondenza del tratto parallelo a Viale J.F. Kennedy compreso tra i civici n.7 e n.12.

In tale tratto è inoltre presente una passerella pedonale con rampe di salita-discesa di attraversamento del canale, in cemento armato, che presenta segni di ammaloramento del copriferro. Si è rilevato altresì l’interrimento pressochè totale del tratto terminale della derivazione e della vasca di carico, dovuto dalla naturale sedimentazione del trasporto solido in sospensione nelle acque derivate.

Per questo, accertata la necessità di provvedere alla realizzazione delle opere di difesa spondale per il tratto citato e di salvaguardia del ponte pedonale, al fine di scongiurare rischi di erosione, ENEL Green Power – alla luce anche dell’ordinanza sindacale n.5 del 9 febbraio 2019 – provvederà nelle prossime settimane ad eseguire una serie di attività di messa in sicurezza e manutenzione straordinaria inizialmente non previste, quali: a) il risanamento e la messa in sicurezza di un tratto di sponda in sinistra idraulica, mediante realizzazione di rivestimento in calcestruzzo, delle medesime caratteristiche geometriche e costruttive di quella esistente in destra idraulica; b) il ripristino corticale e il risanamento del calcestruzzo ammalorato della passerella pedonale; c) la pulizia della vasca di carico e del tratto terminale del canale, necessaria per il ripristino per la verifica puntuale dello stato manutentivo dell’opera, oltre che per le eventuali attività di manutenzione e risanamento.A tal fine, si rende necessario mantenere l’asciutta del canale di derivazione fino al termine di tutti i lavori, la cui durata è stimata in 30 giorni.

Si ricorda che, – in base a quanto previsto dalla convenzione siglata da Enel Green Power, Comune di Fano, Associazione Passeggi Canale Albani, Associazione naturalista “La Lupus in Fabula”, Associazione di C.B. Club Mattei Onlus-Protezione Civile – i volontari dell’Associazione Passeggi-Progetto Ugo monitorano costantemente lo stato di benessere degli anaitidi presenti nel canale e provvedono quotidianamente alla loro alimentazione presso specifici punti di erogazione, garantendo il corretto apporto nutritivo agli animali dal punto di vista qualitativo e quantitativo.